locandina nepal“Si tratta del peggior terremoto di cui ho mai avuto esperienza”.

Così si esprime il direttore di Caritas Nepal, padre Pius Perumana.  Migliaia le vittime già accertate, ma il bilancio è ancora provvisorio. Altissimo anche il numero dei dispersi sotto le macerie, in una zona dall'alta densità di popolazione ed in cui le costruzioni sono spesso fatiscenti. Anche nei paesi circostanti le forti scosse sono state avvertite in modo distinto.


A Kathmandu Caritas Nepal si sta concentrando al momento nel fornire riparo, teloni di plastica e fogli di lamiera, cibo e acqua alle popolazioni colpite. Ancora molti dormono per la strada.

 

Le scosse di assestamento si susseguono e la notte scorsa la pioggia ha ancor più complicato le operazioni di soccorso.

 

I bisogni sono crescenti e si cerca di raggiungere soprattutto le famiglie più vulnerabili, con minori, anziani e disabili. Caritas Italiana, da anni presente nell’area anche con propri operatori ha messo a disposizione una prima somma di 100.000 euro.


terremoto nepalAnche la nostra Caritas diocesana, accogliendo l’appello del Papa, affinchè le popolazioni del Nepal colpite dal tremendo terremoto "abbiano il sostegno della solidarietà fraterna", rilancia l’appello alla condivisione.

 

Chi vuole contribuire (causale “Asia/terremoto Nepal”), lo può fare inviando direttamente le offerte a Caritas Italiana tramite: c/c postale n. 347013 intestato a Caritas italiana

 

Oppure, direttamente o tramite le parrocchie alla Caritas Diocesana in Piazza Piloni,11, Belluno

 

C.C. postale IBAN: IT57 K 07601 11900 000037921327
intestato a Diocesi Belluno-Feltre, Caritas Diocesana
Unicredit Banca – IBAN: IT10 C02008 11910 000003490760;
Cassa di Risparmio del Veneto – IBAN: IT81 K062 2511 9100 00000180028
intestati a Caritas Diocesana Belluno-Feltre

  • Progetti Caritas

    Numerosi sono stati i progetti proposti e seguiti dalla Caritas diocesana di Belluno – Feltre in proprio, in coordinamento con Caritas italiana e con la delegazione Caritas del Nord Est.
    Continua