Con le mie opere ti mostrerò la mia fede

avvento-2012

L’avete fatto a me...
In quest’anno della fede, vorremmo vivere l’attesa del Natale accogliendo l’invito di Giacomo: “con le mie opere ti mostrerò la mia fede”. L’avvento di fraternità proponendo di vivere le opere di misericordia, vuole stimolare ciascuno di noi a sviluppare la “fantasia della Carità” di fronte ad una società che vede sempre più l’impoverimento e la fragilità delle famiglie con la concomitante distruzione dello stato sociale.


Camminare con i poveri
Il nostro progetto per l’avvento pertanto ha due obiettivi concreti:

  1. impegnarsi personalmente a vivere le opere di misericordia con cuore rinnovato e con sguardo di fede, camminando umilmente con chi fa fatica nella vita.
  2. un impegno comunitario tendente a rafforzare, sostenere e promuovere nuove iniziative, piccoli progetti da parte delle foranie o parrocchie che vengano incontro ai bisogni essenziali dei poveri elencati nelle opere di misericordia.

Concretamente, il periodo dell’Avvento vedrà una raccolta di fondi, frutto della carità e mossa dalla fede e dalla preghiera della nostra gente, per favorire cammini di prossimità con i più deboli.


Una parte dei fondi raccolti andrà a sostenere se ce ne fosse bisogno, i servizi e le iniziative caritative già operanti, una parte andrà a promuovere nuovi progetti proposti dalle parrocchie o dalle foranie.


Per questo secondo obiettivo, è compito delle Parrocchie riconoscere le necessità nel territorio e favorire proposte a livello interparrocchiale o foraniale.


Ricordiamo ciò che dice il Concilio Vaticano II: “Le gioie e le speranze, le tristezze e le angosce degli uomini d’oggi, dei poveri soprattutto e di tutti coloro che soffrono, sono pure le gioie e le speranze, le tristezze e le angosce dei discepoli di Cristo, e nulla vi è di genuinamente umano che non trovi eco nel loro cuore”.

  • Risultati dell’ultimo triennio del progetto Esodo

    progetto esodoUn convegno di straordinario interesse quello che si è tenuto questa mattina al Teatro Ristori di Verona...
    Continua

  • Progetto malga Vani e centro disabili

    malga vani e centro disabili

    lnaugurati dal Direttore della Caritas diocesana il caseificio di malga Vani
    ed  il centro per il recupero dei disabili a Tiblisi.
    Continua

Iscriviti alla Newsletter
Privacy e Termini di Utilizzo