ALLEGHE

avvento 2008

Il parroco di Alleghe segnala una iniziativa interessante, nata quest’anno nell’Alto Cordevole grazie all’opera volontaria di alcune mamme che si sono costituite in associazione (denominata “Girotondo”) che ha accolto una trentina di bambini dai 3 ai 13 anni nel periodo della stagione estiva.


Vista la buona riuscita hanno progettato di offrire il doposcuola anche nel periodo invernale nel quale le famiglie sono impegnate nell’attività turistica. Una iniziativa sostenuta dalla Parrocchia di Alleghe, dal Preside dell’Istituto comprensivo ( che mette a disposizione i locali ) dai Comuni e da alcuni istituti di credito e commercianti che hanno dato un loro contributo.


Accoglienza, pranzo, assistenza compiti, momenti di gioco: questi gli ingredienti dell’iniziativa, che vede le persone dell’associazione donare il loro tempo per i bambini. Tutto questo ci dà occasione a riflettere su quante cose belle, utili e importanti si possono fare se solo si guardassero i problemi in faccia e si affrontassero insieme con concretezza.


ISTITUTO SPERTI

La presenza delle suore di carità, dette di Maria Bambina, presso l’opera diocesana “Istituto Sperti”, risale al 1919, quando assumono la direzione della sezione femminile dell’orfanotrofio situato in Via Feltre. La sezione maschile, invece, viene assunta dai religiosi salesiani nel 1923.


L’opera caritativa, in seguito, ha subito varie trasformazioni, aggiungendosi nuovi servizi come l’accoglienza di bambini poveri e la scuola di lavoro. Nel convitto, le giovani rimanevano fino ad una loro autonomia lavorativa.


Negli anni 1970-1990, gradualmente diminuisce fino a scomparire la scuola di lavoro, mentre aumenta di anno in anno la richiesta di convitto per le studenti della scuola media superiore provenienti dalle vallate della provincia. Inoltre, sempre di più, prende vita il semiconvitto per i bambini e le ragazzine delle scuole elementari e medie.


Attualmente l’Istituto è frequentato da 159 bambini e bambine della scuola elementare, 44 ragazzine della scuola media e 57 studenti della scuola media superiore.
Le richieste di semiconvitto sono aumentate molto a motivo del lavoro di entrambi i genitori, della presenza sempre più cospicua di famiglie immigrate dai paesi dell’Est Europeo, ma anche da altri continenti e di situazioni famigliari difficili.


L’opera svolta dalle suore secondo lo spirito della fondatrice, s. Bartolomea Capitanio che spinge dove più grande è il bisogno, è condivisa dalle educatrici e da ogni persona che, a diverso titolo, presta servizio all’interno della casa. Essa è di reale sostegno alle famiglie che, si trovano in non poche difficoltà nel loro compito educativo nei confronti delle nuove generazioni. Poiché si parla a vari livelli, di “emergenza educativa” a cui dare urgenti risposte significative, vorremmo che il servizio offerto dal personale educante, suore ed educatrici, fosse arricchito e aggiornato per un migliore sostegno agli alunni del semiconvitto e alle rispettive famiglie nel loro compito educativo.

 

Le suore dell’ Istituto Sperti

 

 

  • Risultati dell’ultimo triennio del progetto Esodo

    progetto esodoUn convegno di straordinario interesse quello che si è tenuto questa mattina al Teatro Ristori di Verona...
    Continua

  • Progetto malga Vani e centro disabili

    malga vani e centro disabili

    lnaugurati dal Direttore della Caritas diocesana il caseificio di malga Vani
    ed  il centro per il recupero dei disabili a Tiblisi.
    Continua

Iscriviti alla Newsletter
Privacy e Termini di Utilizzo