catastrofiche alluvioni bosnia erzegovina serbia

Ormai da più parti si parla di “cataclisma”, di “catastrofe”. Le precipitazioni cadute in Serbia e in Bosnia nei giorni scorsi, sono state le più intense da quando si è iniziato a misurare questi fenomeni 120 anni fa ed hanno causato delle piene mai viste dei numerosi fiumi.


Le notizie tragiche si susseguono da giorni e da ogni parte: morti, migliaia gli sfollati, intere città sotto acqua, senza elettricità, ponti crollati, strade allagate, frane che si portano via paesi interi, grossi quartieri fatti evacuare, migliaia di sfollati, persone che attendono soccorsi nei tetti o nei boschi, vittime e dispersi, tentativi disperati di alzare gli argini dei fiumi per evitare il peggio.


Esprimendo vicinanza nella preghiera, Caritas Italiana si è resa disponibile ad intervenire per sostenere le azioni delle Chiese locali con un primo intervento di urgenza che consiste nell’ acquisto in loco di generi di prima necessità per circa 10.000 persone: cibo, vestiario, prodotti per l’igiene e prodotti per la casa, medicinali, attrezzature per la ripulitura dal fango, pompe, idropulitrici …


Per questo primo intervento Caritas Italiana raccomanda vivamente di non avviare raccolte e conseguenti invii di materiale di qualsiasi genere, perché le Caritas della Bosnia Erzegovina e della Serbia stanno già procedendo nell’acquisto di tale materiale nelle zone limitrofe alle aree alluvionate.

 

Chi vuole contribuire (causale “Emergenza Serbia-Bosnia ), lo può fare inviando direttamente le offerte a Caritas Italiana tramite:
c/c postale n. 347013 intestato a Caritas italiana

 

Oppure, direttamente o tramite le parrocchie alla Caritas Diocesana in Piazza Piloni,11, Belluno

 

C.C. postale IBAN: IT57 K 07601 11900 000037921327
intestato a Diocesi Belluno-Feltre, Caritas Diocesana
Unicredit Banca – IBAN: IT10 C02008 11910 000003490760;
Cassa di Risparmio del Veneto – IBAN: IT81 K062 2511 9100 00000180028
intestati a Caritas Diocesana Belluno-Feltre

 

icona-pdfReport Caritas italiana

 

  • Risultati dell’ultimo triennio del progetto Esodo

    progetto esodoUn convegno di straordinario interesse quello che si è tenuto questa mattina al Teatro Ristori di Verona...
    Continua

  • Progetto malga Vani e centro disabili

    malga vani e centro disabili

    lnaugurati dal Direttore della Caritas diocesana il caseificio di malga Vani
    ed  il centro per il recupero dei disabili a Tiblisi.
    Continua

Iscriviti alla Newsletter
Privacy e Termini di Utilizzo